Visualizzazioni totali

lunedì 14 novembre 2011

Vefa kilise, Costantinopoli

  Vefa kilise




Il nome vuol dire solo moschea chiesa del quartiere Vefa.
L'identificazione della Kilise Cami con la chiesa di S.Teodoro è poco più di un'ipotesi.
Dopo la conquista fu convertita in moschea e dedicata a Molla Gurani che fu il tutore di Maometto II e divenne il primo mufti di Istanbul.
Probabilmente è il risultato di un ampiamento di una chiesa a quattro colonne dell'XI sec di stile comneno, operato in età paleologa.

Abside

L'abside, pentagonale all'esterno, è aperto da tre finestre, al di sopra delle quali si dispongono altrettante nicchie. Più lateralmente è movimentato da arcate cieche. La muratura è del tipo a “mattone arretrato”, i filari di mattoni sono disposti su piani sfalsati, mascherando i filari più arretrati con lisciature di malta, ed è caratteristica dell'epoca comnena.

Esonartece

L'aggiunta più consistente è l'esonartece che presenta una facciata divisa in due ordini: uno inferiore con due triple arcate, sostenute ognuna da due colonne, ai lati della porta centrale ed intervallate da nicchie e uno superiore con cinque finestre che si aprono all'interno di altrettante arcate cieche. La muratura è a corsi alterni di laterizi e blocchetti di calcare come nella Pammakaristos, alla cui stessa epoca dovrebbe risalire, e nel Tekfur Saray.
L'esonartece sopravanza su entrambi i lati la navata e, per annullare l'inclinazione del terreno, è posto su un podio. Tutti gli elementi di marmo che compaiono all'interno dell'esonartece sono materiali di spoglio.
E' coronato da tre cupole decorate a mosaico:

1937
cupola meridionale: la Vergine con il Bambino attorniata dai profeti. Questi mosaici furono restaurati nel 1937 ma nel 2007 sono praticamente quasi del tutto scomparsi.

2007

cupola centrale: due funzionari di Palazzo e altri profeti.

Nessun commento:

Posta un commento